George Gina Lucy Borsetta Newylon Xciting Kanji Grigio

B00SVF1ED8
George Gina & Lucy Borsetta Newylon Xciting Kanji Grigio
  • borse da donna
  • borsa più grande della serie newylon
  • tracolla regolabile
  • materiale: 100% poliestere
  • larghezza: 40 cm altezza: 33 cm profondità: 16 cm

Comunità

Strumenti

Stampa/esporta

Borsa Da Donna Fairysan Tracolla Nera Nappa Liu Design Unghie Piccola Borsa A Tracolla Grigia

Scritto da  Nicola Vallinoto
 Pubblicato: 14 Luglio 2017

Appello: Fraternitè

Il 14 luglio non è solamente la data simbolo della Rivoluzione Francese, legata alla presa della Bastiglia nel 1789. Rappresenta l’affermarsi, con un movimento di popolo, di tre principi fondamentali validi per il mondo intero, la libertà, l’uguaglianza, la fraternità. Purtroppo questi principi sono oggi duramente messi in discussione. In particolare le scelte di Macron, il nuovo presidente francese e quelle assunte dall’Unione europea nel vertice di Tallinn rafforzano l’idea dell’Europa come una fortezza chiusa e ostile ai processi migratori. L’esatto contrario della Fraternitè, della solidarietà. Per questo organizzazioni sociali e sindacali, movimenti, ong hanno promosso per questo 14 luglio una protesta in più città italiane per la libertà di movimento dei migranti, per il soccorso e l’accoglienza dei profughi.

Tianfuheng Borsa A Mano Da Donna Nero nero 65154003rtq515522 Blu
Sacchetto Di Cotone D arte Mi Piace Godingen Verde Lime
Animali Del Sacchetto Di Stoffa Maiali Scrofa Cinghiale Maialino Cinghiale Giallo Freshling

Tracolla Da Donna Con Tracolla In Pelle Ecologica Di Alta Qualità Tracolla Per Borsa Da Donna 1001 Albicocca H24cm X L22cm X P8cm

Rapporto ITUC 2017 dei diritti nel mondo: aumento di violenza e repressione nei confronti dei lavoratori

Scritto da  Silvana Paruolo
 Pubblicato: 11 Luglio 2017

Da più di trenta anni, l'ITUC-CSI (Confederazione sindacale internazionale) garantisce un vero e proprio monitoraggio del rispetto dei diritti dei lavoratori nel mondo, raccogliendo dati sulle loro violazioni.
Per il quarto anno successivo - nel 2017 - ha presentato i suoi risultati sotto forma di Indice dei diritti nel mondo, evidenziando che leggi nazionali e prassi si sono deteriorate, migliorando un po' solo nel corso degli ultimi 21 mesi.

Si dimette il sottosegretario al lavoro Cassano (Ap) 
Intanto il governo Gentiloni continua a perdere pezzi. Dopo  Scarpe Basse Da Uomo In Pelle Stile Budapester
Inizio Di Buon Auspicio Hallyu Nuovo Stile Quadrato Tempo Libero Borsa Viola Ad Alta Capacità Marrone
 il 19 luglio, sono arrivate anche quelle di un altro esponente di spicco di Alternativa popolare (Ap). Le ha annunciate in una nota il senatore Massimo Cassano, «a far data da oggi» dall’incarico di Sottosegretario al Lavoro. È dato per imminente il suo passaggio a Forza Italia, nonostante le parole di Berlusconi a La7. La notizia è arrivata nel giorno in cui Ap ha perso un altro pezzo da 90. Con il presidente della commissione Finanze della Camera Maurizio Bernardo che ha lasciato il gruppo parlamentare per aderire a quello del Pd.

Cassano passa a Forza Italia 
Le dimissioni di Costa e Cassano dal governo sono foriere di imminenti cambi di gruppo. Cassano passerebbe direttamente a Forza Italia. Domani è prevista una conferenza stampa del partito in Puglia in cui si annunciano «importanti novità». Ma il presidente dei senatori di FI,  Borsa In Cotone Tinta Unita In Tela Come Dio Ha Diffuso Lintelligenza Klo Colore Rosa Porpora
, ha già espresso la sua soddisfazione per un arrivo dato per scontato. «Non posso che accogliere con grande favore e sentito apprezzamento - dichiarato - il ritorno di un politico di un senatore, dell'esperienza e del valore di Massimo Cassano tra le fila di Forza Italia e del gruppo parlamentare che rappresento». Nel caso di Costa è probabile il passaggio per ora nel misto (che con i suoi 63 membri è ormai la terza forza politica a Montecitorio dopo i 283 deputati del Partito democratico e gli 88 del Movimento 5 stelle) in attesa che nasca la famosa “quarta gamba” del centrodestra (nome in pole “Italia civica”) ipotizzata da Berlusconi per accogliere i «transfughi».